Problem Solving orientato alle Soluzioni

Il Focus sui problemi un grande successo in contesti diversi. Un medico, prima di individuare una soluzione, fa una diagnosi, cioè un’analisi dei sintomi. Un meccanico opera in modo analogo per riparare un’automobile. Un programmatore per eliminare i «bachi» da un software.

Questi successi tendono a renderlo una risposta automatica di fronte a situazioni complicate. Ma questo non è l'unico approccio possibile.

In un sistema complesso, orientarsi al problema e alla ricerca delle sue cause porta ad effettuare interventi settoriali (non privi di efficacia a breve termine), ma a ridurre l’intervento ad un orizzonte limitato. 

I modelli di Problem Solving orientati alla soluzione, come vedremo, introducono elementi nuovi e/o rimuovono ciò che ostacola un’autorganizzazione del sistema ad un livello più elevato, 




Problem Solving orientato alle Soluzioni


Nessun problema si manifesta ininterrottamente: ci sono momenti in cui le cose vanno meglio o meno peggio, in cui qualcosa funziona. Sono situazioni in cui il problema si è presentato in modo meno intenso, o in cui lo stato desiderato è stato raggiunto, magari solo in piccola parte

L’approccio centrato sulla soluzione si basa sul principio che il cambiamento è implicito nella vita, e che le persone non possono evitare di cambiare.

Occorre identificare i cambiamenti che avvengono naturalmente e utilizzarli e far emergere la soluzione.
La chiave per compiere progressi e trovare ciò che funziona è da ricercare in questi momenti. Cerchiamo di capire quanto pieno è il bicchiere e in che modo si riempirà di più. 

In quest’ottica, non è quindi utile focalizzarsi sull'analisi del problema e delle sue cause. Spendere del tempo su questi aspetti 
non è un modo efficace per iniziare e non è un’utile premessa al cambiamento.


Due linee guida: 

- smettere di fare ciò che non funziona;

- individuare ciò che funziona e fare di più in tal senso.